Agriturismo

agriturismo

L’agriturismo Poggio Primo nasce nel cuore della campagna Toscana ai piedi della vallata del Pratomagno.
La struttura risalente al 1800 è un’antica casa colonica finemente ristrutturata nel pieno rispetto delle caratteristiche e dei materiali originari.
La casa colonica corrispondeva ad un podere, cioè ad un appezzamento suscettibile di uno sfruttamento agrario autonomo. La sua localizzazione all’interno del podere permetteva di sfruttare in condizioni ottimali e senza perdite di tempo la forza-lavoro di tutta la famiglia.

I tre appartamenti bilocali ricavati da questo antico edificio della dimora principale conservano il clima agricolo nel quale è possibile riscoprire la genuinità della vita contadina dei nostri nonni.

La suite, ora a disposizione dei nostri ospiti, nonché l’appartamento più ambito, è stata ricavata dalle vecchie stalle e conserva intatti elementi come mangiatoie e focolare dove erano soliti trascorrere in nostri nonni i lunghi inverni raccontandosi e tramandandosi storie.

agriturismo_facciata

Questa dimora in pietra, è sviluppata su due piani, con il tetto rivestito dalle tipiche tegole (coppi ed embrici) in la terzio.
Oltre alla casa del contadino all’interno del podere è presente un altro edificio dove era ubicato il forno per cuocere il pane, il locale dove riporre attrezzi e svolgere tutte le operazioni successive alla raccolta dei prodotti.

In questa struttura separata, ora divisa in appartamenti monolocali, bilocali e trilocali, erano presenti strettoi da vino e frantoi per le olive, la fornace per seccare i fichi e il pozzo.
Il complesso edilizio era in grado di far fronte a tutte le esigenze legate alle varie attività di allevamento, coltivazione, e lavorazione.

Alla casa si affiancava l’aia dove venivano trebbiati i diversi cereali; tale superficie, antistante la facciata principale della casa, posta a Sud era l’unica pavimentata in pietra, oltre ad accogliere uno o più alberi come il noce o il gelso,quest’ultimo tutt’ora presente nel nostro cortile, che doveva assicurare ombra d’estate.

Essendo il bestiame il bene più prezioso di cui disponevano i coloni, gli spazi per il pollaio, la stalla per il bestiame più grosso ed il porcile erano ricavati in annessi posti sotto la casa principale. In questo modo ci si poteva proteggere da razzie e danni da parte di coloni vicini e viandanti.

Inoltre, per proteggersi, nel periodo invernale, dalle intemperie e dal clima rigido il grande camino posto al centro della casa veniva condiviso con gli animali.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi